Comandi a lunga distanza

Abbiamo ripetuto tante volte quanto la ricerca sull’automazione si sia soprattutto concentrata sulla robotica. Uno dei problemi principali che si son dovuti affrontare negli anni precedenti è stato sicuramente quello di poter comandare robot e modellini vari a lunghe distanze. Per fortuna, oggi è possibile estendere la propria connessione senza fili per distanze lunghissime, grazie ad un ripetitore di segnale wifi che può essere messo in cascata, in modo da coprire distanze kilometriche.

Prendiamo come esempio dei modellini che oggi vanno tanto di moda e che non sono altro che prodotti della ricerca sull’automazione: i droni. Il WiFi non vi servirà di certo per comandarli a distanza, visto che vengono usati dei radiocomandi, ma ormai non esiste drone non equipaggiato con una fotocamera WiFi, per poter comandare le riprese, e se vorrete poter comandare questa fotocamera a distanza avrete bisogno di estendere il vostro raggio WiFi, altrimenti oltre una ventina di metri perderete il segnale.

Naturalmente, non è solo questo il campo in cui i ripetitori di segnale WiFi vengono utilizzati. L’utilizzo principale è, naturalmente, quello di realizzare reti LAN tra strutture non adiacenti, difficilmente collegabili via cavo, ma la possibilità di poter utilizzare un ripetitore WiFi è molto utile anche nel campo dell’automazione.

Come detto, come per i droni, anche per i robot non viene utilizzato il WiFi per i comandi a distanza, ma siamo sicuri che in futuro questa possibilità potrà ritornare molto utile nei sistemi di comando, mettendosi in concorrenza con gli attuali sistemi.

Tornate spesso a trovarci, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità nel campo della robotica e dell’automazione e attendiamo anche i vostri contributi, per creare una comunità che possa diventare davvero utile a tutti gli appassionati di questo settore.

Tags : , ,
Categories : Robotica